spacer.png, 0 kB

I CD Musicarte Label li trovi a Cremona da La CartoMusica ed a Milano da Bottega Discantica, anche online 

 cd1  cd2

Oppure li puoi scaricare in formato mp3 dai siti  iTunes   Amazon  Napster Rhapsody...

La distribuzione online in tutto il mondo dei nostri CD è curata da deliveryourmusic

recensione del cd Quartiron sul trimestrale "seicorde"

 

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Dell'infinito viaggiare

...DELL'INFINITO VIAGGIARE
Con i pellegrini non per arrivare ma per viaggiare, per arrivare più tardi possibile, per non arrivare possibilmente mai...

cantigasElsa Bossi, voce recitante

Laus Concentus:

Elena Bertuzzi, canto
Maurizio Piantelli
, liuto, oud e percussioni
Gorgio Merati, flauti

Musicarte Jazz Project:

Walter Pandini, sax
Fabrizio Trullu, tastiere

Piera Rossi, regia

 

Testi di Louis-Albert Lassus, Henry David Thoreau, Claudio Magris, Giusi Quarenghi, Enzo Bianchi, Piera Rossi.  Musiche tratte dalle Cantigas de Santa Maria di Alfonso X El Sabio e dal Llibre Vermell de Montserrat

    Polorum Regina, un frammento dal concerto a Villa Litta
 
  "Dove siete diretti?"
"Sempre verso casa".
    Novalis, Enrico di Ofterdingen

Un percorso letterario e musicale attraverso le vie dei pellegrini di ogni epoca, accompagnate da melodie medioevali rivisitate attraverso il pensiero dell’homo viator moderno e descritte con gli occhi dei pellegrini del terzo millennio.

"Ci sono luoghi che affascinano perché sembrano radicalmente diversi e altri che incantano perché, già la prima volta, risultano familiari, quasi un luogo natio. Conoscere è spesso, platonicamente, riconoscere, l'emergere di qualcosa magari ignorato sino a quell'attimo ma accolto come proprio. Per vedere un luogo occorre rivederlo. Il noto e il familiare, continuamente riscoperti e arricchiti, sono la premessa dell'incontro, della seduzione e dell'avventura; la ventesima o centesima volta in cui si parla con un amico o si fa all'amore con una persona amata sono infinitamente più intense della prima. Ciò vale pure per i luoghi; il viaggio più affascinante è un ritorno, come l'odissea, e i luoghi del percorso consueto, i microcosmi quotidiani attraversati da tanti anni, sono una sfida ulissiaca. "Perché cavalcate per queste terre?" chiede nella famosa ballata di Rilke l'alfiere al marchese che procede al suo fianco. "Per ritornare" risponde l'altro.
    C.Magris "L'infinito viaggiare"

visualizza e scarica la scheda dello spettacolo scarica 

 

Spettacolo conclusivo del Festival Ultreya!, presentato a Villa Litta-Carini di Orio Litta (LO) in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2013

 infinito_viaggiare_1
 viaggiare
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB