spacer.png, 0 kB

I CD Musicarte Label li trovi a Cremona da La CartoMusica ed a Milano da Bottega Discantica, anche online 

 cd1  cd2

Oppure li puoi scaricare in formato mp3 dai siti  iTunes   Amazon  Napster Rhapsody...

La distribuzione online in tutto il mondo dei nostri CD è curata da deliveryourmusic

recensione del cd Quartiron sul trimestrale "seicorde"

 

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Donne... d'occasione

 

immagine del pittore guido boletti

 Anche per quanto riguarda la cosiddetta "musica d'occasione" (Festa della Donna, XXV Aprile, concerti e rassegne legati a luoghi o avvenimenti storici, etc.) Musicarte ha sempre cercato di evitare i percorsi più scontati e banali, puntando invece sull'elevata qualità artistica e sull'originalità delle proposte - qualità che caratterizzano sicuramente anche i concerti proposti per l' 8 marzo

Per una volta, quindi, niente spogliarelli maschili (anche perchè il nostro staff non è adattissimo....) ma spettacoli in cui il Laus Concentus salirà sulla macchina del tempo, per attraversare secoli e luoghi con Elena Bertuzzi, la cui duttilità riuscirà a stupire anche chi già conosce ed apprezza le sue doti vocali.

.

DONNE: ISTRUZIONI PER L'USO

encicloelena
Elena Bertuzzi , canto e voce recitante
Fabrizio Ferrari
, canto
Fabrizio Trullu, tastiere
Domenico Visigalli, basso
Marco Camia, batteria
Walter Pandini, sax

Uno spettacolo costruito sul meglio (e il peggio) della "Grande Enciclopedia della Donna" dei Fratelli Fabbri, un'opera che non avrà fatto l'Italia, ma ha fatto le italiane. Con la colonna sonora delle canzoni dell'epoca, un viaggio nella memoria con un pizzico di nostalgia  e dosi massicce di ironia. "Donne:  istruzioni per l'uso'; al di là del titolo provocatorio, è uno spettacolo che  vuole rendere conto dei cambiamenti di costume che  hanno segnato negli ultimi 40 anni la vita delle donne. Partendo dalla mitica Enciclopedia della Donna  pubblicata dai Fratelli Fabbri negli anni '60 (che per  molte mamme, nonne e zie ha rappresentato un pezzo della loro vita) l'intento è che quello da una parte  di sorridere sulle abitudini e sui "consigli" che venivano  dispensati e dall'altra rifiettere sui progressi - forse  non sempre così evidenti - delle donne d'oggi. Uno  spettacolo divertente e leggero sottolineato dalla  colonna sonora delle canzoni dell'epoca e che   fra un pizzico di nostalgia e dosi massicce di ironia  non rinuncia alla riflessione. 

 

.

DONNE DAGLI OCCHI GRANDI

Dieci secoli di poesie e musiche al femminile

Image

Elena Bertuzzi  soprano e voce recitante

Maurizio Piantelli  liuto e chitarre

Giorgio Merati  flauti e clarinetto

Cinzia Polese  violoncello

 

Maria de Ventadorn (1165 ca – 1219 ca), "Gui d'Ussel mi lagno di voi"

Anonimo (XVI sec), Si le femmine purtassero la spada

Suor Juana Inés de la Cruz (1648-1695), "Satira filosofica"

("Dimostra quanto sia inconseguente il modo di sentire e di giudicare degli uomi che addossano alle donne la responsabilità di una condotta che sono essi stessi a pretendere")

Anonimo (XVIII sec), Mi credeva d’esser sola, canzone da battello veneziana

Stefano Benni (1947), “Le piccole cose”

Anonimo (XVIII sec)Xe finio el mondo, canzone da battello veneziana

Angeles Mastretta (1949), “Donne dagli occhi grandi” (1° parte)

Anonimo popolare, Ninna nanna

Angeles Mastretta, “Donne dagli occhi grandi” (2° parte)

Ariel Ramirez, Alfonsina y el mar

Angeles Mastretta, “La storia d'amore della zia Clemencia” (1° parte)

Anonimo (XVI sec), Spagnoletta

Angeles Mastretta, “La storia d'amore della zia Clemencia” (2° parte)

Dulce PontesGarça perdida

 

scarica visualizza e scarica la scheda degli spettacoli

 


DONNE NEL MONDO, DONNE NEL TEMPO


Un affascinante percorso di sentimenti e sonorità nelle voci delle donne del mondo

 

la poetessa forugh farrokhzad


Elena Bertuzzi  canto e voce recitante

Maurizio Piantelli  oud (liuto arabo) e chitarre

Giorgio Merati  flauti e clarinetto

Cinzia Polese  violoncello

Poesie: Ada Negri, Forough Farrokhzad (poetessa iraniana), Hannah Szenes (partigiana ebrea uccisa dai nazisti),  Rosa Hovhannisyan  (poetessa armena), Amal Mûsâ (poetessa tunisina), Renée Vivien (scrittrice lesbica costretta a scrivere sotto nome maschile), Alfonsina Storni (poetessa svizzero-argentina), Salette Tavares (poetessa portoghese di origine monzambicana)

Musiche: Ninna nanna popolare italiana, Brano strumentale su tema iraniano, Canto ebreo sefardita, Brani strumentali su temi armeni, Ninna Nanna tunisina, Edith Piaf (La vie en rose), Ariel Ramirez (Alfonsina y el mar), Dulce Pontes (Garça perdida)

L'organizzazione dello spettacolo prevede, quando è possibile, il coinvolgimento di donne straniere, residenti sul posto, per la lettura in lingua priginale delle poesie

 

il concerto delle donneIL CONCERTO DELLE DAME
Elena Bertuzzi  soprano
Claudia Pasetto  viola da gamba
Marinella di Fazio  tiorba, chitarra barocca

 

Una "Insula Feminarum"
approdo sicuro in un oceano musicale
sin troppo maschile

 

 

avanti    
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB